REGOLAMENTO “BLUNAUTA DIVING CENTER”

Utilizzo dei servizi diving e condizioni generali di vendita

I subacquei che hanno prenotato l’immersione con l’imbarcazione sono obbligati a presentarsi almeno 45 minuti prima dell’orario fissato per l’imbarco.

I subacquei sono obbligati a partecipare al briefing pre-immersione che si terrà prima dell’immersione, in luogo indicato dai responsabili del diving.

Il mancato o ritardato rispetto dell’orario di presentazione alla reception, di partecipazione al briefing pre-immersione o di imbarco è motivo di risoluzione del contratto. La risoluzione comporta per il subacqueo l’esclusione dall’immersione, la cessazione del diritto ad usufruire del servizio diving e l’obbligo risarcitorio, che salvo il maggior dovuto è pari al prezzo dell’immersione prenotata. La direzione a sua esclusiva e insindacabile discrezione, può consentire, ove ne ricorrano i presupposti e le condizioni, la partecipazione ad un’immersione successiva organizzata nello stesso giorno.

Per garantire il regolare svolgimento delle attività subacquee, e comunque per motivi di sicurezza, la direzione di BLUNAUTA D.C. si riserva a suo insindacabile giudizio, valutate anche le condizioni meteo e ambientali, la facoltà di apportare cambiamenti ai programmi concordati e prenotati dagli utenti con variazione degli orari e dei giorni e /o dei siti d’immersione stabiliti. Si riserva inoltre per gli stessi motivi e con il medesimo insindacabile giudizio, di interrompere l’esecuzione o anche annullare le attività stesse.

In caso di variazione, interruzione o annullamento delle immersioni e di tutti i servizi forniti dal Diving, BLUNAUTA D.C. potrà a sua discrezione indicare una nuova data in cui i servizi saranno resi oppure provvedere al rimborso del prezzo per il servizio non reso, solo se in precedenza già pagato.

In nessun caso BLUNAUTA D.C. risponde dei danni ulteriori (quali spese di viaggio o di soggiorno, ecc.) che siano conseguenti alla mancata erogazione del servizio e alla fruizione delle attività previste.

In caso di prenotazioni via mail (WhatsApp, ecc.) dei servizi e/o immersioni forniti da BLUNAUTA D.C., all’atto della prenotazione dovranno essere indicati: a) i dati personali dei partecipanti (i dati saranno custoditi nei termini e secondo le modalità indicati dal GDPR 2016/679); b) la scuola o il circolo di appartenenza e/o l’istruttore o la guida di riferimento; c) l’istruttore o la guida che accompagnerà l’utente nell’immersione; d) occorrerà specificare se si richiede di essere accompagnati da una guida dello staff BLUNAUTA D.C.; e) se si intende svolgere l’immersione in piena autonomia e sotto la propria ed esclusiva responsabilità; f) occorre altresì indicare il livello del brevetto subacqueo posseduto (che dovrà essere esibito in originale).

Gli istruttori/guide/responsabili scuole, dovranno compilare e consegnare alla direzione apposito modulo per i circoli/scuole/club, contente i nomi dei partecipanti all’immersione e l’indicazione del brevetto posseduto da ognuno.

La direzione avverte che NON sono consentiti nel centro diving, né a bordo delle imbarcazioni, i seguenti comportamenti:

1)schiamazzare, rincorrersi, recare in qualsiasi modo molestie alle altre persone che usufruiscono del servizio;

2) avere comportamenti contrari alla decenza;

3) risciacquare le mute o ogni altra componente dell’attrezzatura nelle docce o lavandino dei bagni.

4) lasciare rifiuti al di fuori degli appositi contenitori.

Escursione snorkeling

L’attività di snorkeling consiste nel nuotare in superficie, con possibilità di effettuare brevi escursioni in apnea fino ad un massimo di 2 metri di profondità, utilizzando il tubo aeratore (snorkel) per respirare, finalizzato all’osservazione della vita marina (compresi scogli e fondale) nel pieno rispetto della stessa: è pertanto vietato asportare o trattenere qualsiasi elemento della relativa flora e fauna.

L’attrezzatura di base obbligatoria per la pratica dello snorkeling è composta da maschera, snorkel e pinne; il Diving consiglia, in ogni caso, di utilizzare anche una muta lunga umida leggera (neoprene 3mm o inferiore) per favorire la galleggiabilità e prevenire escoriazioni accidentali e ustioni solari; in alternativa, si consiglia di indossare almeno una muta corta (shorty) oppure una maglietta tecnica protettiva (protezione solare UV/UPF).

È sempre consigliabile eseguire le escursioni con un compagno, da mantenere a distanza non superiore a 1,5 metri.

È obbligatorio comunicare al personale di bordo il percorso che ci si propone di fare durante l’escursione, impegnandosi, in ogni caso, a restare nel raggio di 50 metri dall’imbarcazione; in caso di allontanamento oltre il predetto limite, è obbligatorio segnalare la propria presenza con una boa gonfiabile provvista di bandiera con segnale internazionale di riconoscimento.

È necessario prestare sempre particolare attenzione alle condizioni marine ed in particolare alla direzione della corrente, iniziando l’escursione contro la direzione della corrente per essere facilitati nel rientro (con corrente a favore).

Lo snorkel può essere posto indifferentemente a destra o a sinistra, va agganciato in modo tale che sia vicino al volto, ma non deve essere posto dietro l’orecchio.

Immersioni e attività in acqua – Regole generali

Per poter partecipare alle immersioni, i subacquei devono essere in possesso del brevetto subacqueo, oppure aver intrapreso un programma di esperienza oppure un corso di addestramento finalizzato al rilascio del brevetto, purché sotto la supervisione diretta, il controllo e la piena e totale responsabilità dell’istruttore assegnato.

Le immersioni subacquee sono consentite solo nel pieno rispetto del limite di profondità previsto dal brevetto posseduto e comunque del limite indicato dalla guida nel briefing, nonché degli standard didattici in caso di immersioni di addestramento, di tutte le norme previste nel presente regolamento ed esplicate nel briefing pre-immersione (da ritenersi parte integrante del regolamento), dal regolamento dell’A.M.P. Capo Milazzo e dell’ordinanza della Capitaneria di Porto.

La direzione si riserva il diritto di impedire la prosecuzione delle attività a coloro che violino le norme di comportamento.

Per poter partecipare alle attività subacquee è obbligatorio presenziare al briefing pre-immersione.

È obbligatoria la conoscenza dei segnali internazionali utilizzati in immersione, che vengono ricordati nel briefing pre-immersione.

E’ fatto obbligo di seguire scrupolosamente le indicazioni e le disposizioni del comandante o del personale di bordo dal momento della salita a bordo allo sbarco, per quanto riguarda la disposizione a bordo delle persone e degli oggetti. L’uso dei servizi e dei comportamenti da attuare Istruzioni specifiche saranno fornite mediante avvisi e il briefing che dovranno essere seguiti da tutti i partecipanti.

Salvo diversa indicazione resa nel briefing, l’immersione e l’emersione dei subacquei dovrà sempre avvenire in modo contemporaneo per il gruppo, anche nell’ipotesi di interruzione della medesima prima del tempo stabilito.

All’entrata in acqua il subacqueo dovrà attendere il compagno ed il gruppo in superficie sino al segnale di inizio discesa comunicato dalla guida individuata nel briefing.

Indipendentemente dal brevetto esibito e/o dalla qualifica dedotta, la direzione si riserva il diritto di richiedere al subacqueo che la prima immersione sia dedicata alla verifica delle abilità e capacità acquisite, al fine di constatare la rispondenza dell’addestramento al brevetto medesimo.

I subacquei devono preparare/assemblare autonomamente l’attrezzatura e provvedere alla propria vestizione.

In immersione i subacquei dovranno essere muniti di tutte le attrezzature previste dal loro brevetto. Sono comunque obbligatori: una fonte d’aria alternativa rispetto all’erogatore principale, l’uso di strumentazione idonea a calcolare la curva di non decompressione, il pedagno, la boa di segnalazione.

Durante le immersioni deve essere osservato il sistema di coppia, devono essere osservate le buone regole della tecnica subacquea, quelle previste dalla didattica di appartenenza e quelle apprese durante il corso.

Il subacqueo è responsabile del funzionamento della propria attrezzatura, che deve essere di buona qualità ed adatta allo scopo. Deve essere in grado di assemblarla. L’assemblaggio è consentito negli appositi spazi messi a disposizione (o indicati a seconda delle esigenze organizzative) da BLUNAUTA D.C. o in barca, sulla base delle indicazioni preventivamente fornite dal personale del Diving.

Il subacqueo deve possedere, in ogni momento, pieno controllo e padronanza dell’attrezzatura; Egli è responsabile per i danni arrecati a terzi che siano conseguenza del suo comportamento, dell’uso negligente, imprudente o imperito dell’attrezzatura, ovvero del malfunzionamento di questa.

Il subacqueo è responsabile inoltre dell’allocazione dell’attrezzatura, che va sempre riposta in modo tale da non costituire pericolo per sé e per gli altri partecipanti alle attività;

E’ vietato portare nei locali del Diving o a bordo qualsiasi oggetto che per propria natura sia atto a causare danni all’imbarcazione o a terra. E’ espressamente vietato portare con sé armi.

Il subacqueo che usufruisce del noleggio dell’attrezzatura da parte di BLUNAUTA D.C. è tenuto alla restituzione nel medesimo stato in cui l’ha ricevuta; in caso di perdita distruzione e/o danneggiamento dell’attrezzatura usata, il subacqueo è obbligato a corrispondere a BLUNAUTA D.C. una somma di denaro necessaria per l’acquisto dell’attrezzatura persa e/o distrutta e/o per la riparazione di quella danneggiata.

BLUNAUTA D.C. non custodisce e non risponde delle attrezzature lasciate incustodite sull’imbarcazione, o al diving, ancorché esse siano riposte negli appositi spazi all’uopo indicati dal personale di bordo o dallo staff.

Le attrezzature noleggiate, dopo il loro utilizzo, devono essere riconsegnate a fine immersione/giornata diving.

L’attrezzatura deve essere assemblata prima dell’imbarco. L’attrezzatura assemblata dovrà essere sistemata in modo da scongiurare il rischio di caduta e non dovrà mai essere lasciata incustodita in condizioni di potenziale instabilità.

È altresì vietato custodire o portare sull’imbarcazione e in immersione fucili subacquei, arpioni o altri oggetti che possano anche solo far supporre atteggiamento di pesca e/o venatorio.

È assolutamente vietato asportare qualsiasi oggetto, flora o fauna, dai fondali, come regola comportamentale e come previsto dal regolamento dell’A.M.P.

La direzione di BLUNAUTA D.C. vieta, per evidenti ragioni di sicurezza, di svolgere la seconda immersione giornaliera senza previa ricarica della bombola; è tuttavia sempre onere del subacqueo, prima di ogni immersione, verificare che la bombola sia carica ad almeno 190 bar.

Il servizio di ricarica delle bombole di proprietà del subacqueo è consentito esclusivamente se i contenitori risultano in regola e muniti di certificato di collaudo in corso di validità. La direzione si riserva, a suo insindacabile giudizio, la verifica di conformità delle bombole e il diritto di rifiutare la ricarica delle stesse.

Eventuali bombole non facenti parte del parco bombole di BLUNAUTA D.C. e/o caricate e portate a bordo a cura del partecipante all’escursione se contenenti miscele differenti dall’aria (es. nitrox o trimix) devono essere segnalate al comandante e avere chiaramente indicato il contenuto mediante un adesivo o altro sistema indelebile e resistente all’acqua. Per le disposizioni di tali bombole a bordo occorrerà attenersi alle indicazioni del personale di bordo. E’ vietato eseguire travasi da o verso tali bombole. Eventuali travasi dovranno essere esplicitamente autorizzati dal comandante o dal personale di bordo sia nelle modalità che nelle tempistiche e spazi in cui svolgere tali operazioni.

A bordo delle imbarcazioni vige il divieto di fumo.

E’ vietato assumere alcolici a bordo da parte del partecipante all’escursione prima dell’immersione. Il comandante potrà vietare l’assunzione se lo ritiene opportuno per l’intera escursione o a partire da qualsiasi momento decida.

Immersioni – A) Regole specifiche all’immersione con guida del Diving

1. L’immersione subacquea “guidata” da componenti dello staff BLUNAUTA D.C. si svolgerà seguendo il percorso e le profondità descritte durante il briefing. La profondità massima raggiunta sarà compresa entro i limiti del brevetto posseduto. Nel caso di un gruppo eterogeneo in possesso di brevetti con limiti di profondità diversi, sarà rispettato, da tutti i partecipanti all’immersione, il limite del brevetto che, fra questi (per grado o per didattica), prevede la minore profondità. L’immersione avrà una profondità e una durata massima, determinata dalla guida, tale da consentire ai subacquei che partecipano di rimanere entro i limiti del brevetto posseduto. Il partecipante all’immersione resterà per tutta la durata dell’immersione, fino alla risalita in barca, in una posizione tale da consentire il controllo da parte della guida.

2. Durante l’immersione guidata il subacqueo è obbligato a rispettare scrupolosamente tutte le indicazioni, le istruzioni e le direttive ricevute dalla guida, attenendosi rigorosamente al percorso, alla profondità e al tempo d’immersione indicati dalla guida, non allontanandosi dal gruppo, rispettando il sistema di coppia, e la sosta di sicurezza indicata.

3. La guida subacquea dello staff BLUNAUTA D.C. ha il diritto: di stabilire il percorso da seguire, la profondità, il tempo d’immersione e la sosta di sicurezza; di poter, in qualsiasi momento durante l’immersione, apportare modifiche al percorso, alla profondità e al tempo d’immersione descritti durante il briefing; di interrompere l’immersione in caso di pericolo ad uno dei partecipanti, a terzi o alla guida stessa, per indisciplina (o comunque di comportamento scorretto di un subacqueo) o per qualsiasi altra ragione anche causata da terzi che possa mettere in pericolo la sicurezza propria o degli altri partecipanti all’immersione.

4. L’eventuale variazione decisa dalla guida che attenga al percorso, alla durata o alla profondità stabilita e descritta nel briefing pre-immersione non comporta, in nessun caso, la restituzione del prezzo pagato.

5. È fatto obbligo al subacqueo di comunicare tempestivamente alla guida il consumo d’aria, ed in ogni caso:

  • il raggiungimento del residuo di 100 bar di pressione indicati dal manometro,

  • il raggiungimento dei 5’ (5 minuti) dal limite di non decompressione NDL

  • qualsiasi situazione di disagio che intervenga prima, durante e dopo l’immersione (ansia, stress eccessivo, freddo, stanchezza, mal di testa).

Immersioni – B) Immersione con ausilio di bombole o discesa in apnea svolta in autonomia senza il supporto e la supervisione della guida subacquea o di altro personale dello staff del BLUNAUTA D.C.

L’immersione o sessione di apnea svolta in autonomia, sia con partenza dalla riva e sia con il servizio di trasporto del natante, è organizzata e gestita direttamente dal

cliente/subacqueo: nella fase di preparazione, di scelta del sito e nel compimento

dell’attività subacquea o apneistica. Il Diving si limita quindi a fornire il servizio di trasporto con il natante, le bombole, le eventuali attrezzature richieste a noleggio e i servizi di spogliatoio e armadietti.

Al pari, ove le predette attività fossero svolte con l’ausilio del natante, il Diving si limita ad assicurare la sicurezza delle operazioni di trasporto al sito d’immersione prescelto, l’assistenza in barca e l’eventuale piano di soccorso per i clienti/subacquei in difficoltà, come previsto dalle normative vigenti.

Anche se svolge le attività in autonomia il subacqueo per poter usufruire dei servizi del BLUNAUTA D.C. deve:

a) rispettare le buone regole dell’attività subacquea e/o apneistica, gli insegnamenti ricevuti ed appresi durante i corsi subacqueo/apnea, i limiti del proprio brevetto e pertanto comportarsi con diligenza prudenza e perizia.

b) come previsto dagli standard didattici SSI (e delle Agenzie didattiche iscritte alla R.S.T.C.) in immersione occorre: 1) rispettare il sistema di coppia e mantenere per tutta

la durata dell’immersione il controllo sui compagni, posizionandosi sempre ad una distanza ravvicinata che consenta l’immediato soccorso reciproco – l’attività apneistica va svolta secondo il sistema di tuffi alternati con obbligo di supervisione da parte dell’apneista che rimane in superficie. L’apneista che ha eseguito il tuffo deve rimanere in superficie prima di eseguire il tuffo successivo un tempo sufficiente ad evitare l’ipossia e comunque non inferiore al triplo del tempo impiegato nel tuffo precedente; 2) usare il computer e una fonte d’aria alternativa; 3) rispettare la massima profondità prevista dal brevetto, e svolgere l’immersione entro i limiti di non decompressione (curva di sicurezza) indicata dal computer ovvero prevista dai pianificatori d’immersione ricreativa della didattica di appartenenza; 4) rispettare la velocità di risalita indicata dal computer e/o dalle tabelle (ritenute idonee dalla didattica di appartenenza) e compiere la sosta di sicurezza; 5) risalire in superficie con un residuo di aria nella bombola non inferiore a 50 bar;

E’ obbligatorio comunicare tempestivamente alla direzione del BLUNAUTA D.C. al termine di ogni immersione la cessazione della attività in acqua. Comunicando altresì con sollecitudine ogni eventuale criticità al fine di consentire una corretta gestione dell’eventuale soccorso.

Immersione – C) Corso per il conseguimento di brevetto subacqueo e prime esperienze.

Il corso subacqueo o la prima esperienza sono organizzate e gestite da BLUNAUTA D.C. ed è svolto secondo il programma d’insegnamento e gli standard della SSI; si svolge attraverso lezioni pratiche (in acque confinate e in acque libere) e lezioni teoriche, secondo i programmi didattici. Il programma base può essere integrato a seconda delle esigenze che emergono durante lo svolgimento del corso.

Il rilascio del brevetto non è obbligatorio, ma a discrezione dell’istruttore e consegue al corretto superamento delle prove e alla dimostrazione da parte dell’allievo dell’acquisizione delle attitudini, abilità e conoscenze richieste a svolgere le immersioni entro i limiti del brevetto stesso.

L’allievo deve prestare massima attenzione durante le lezioni teoriche/pratiche e ai briefing informativi che saranno tenuti dagli istruttori e dal personale del BLUNAUTA D.C. in quanto le informazioni che lo stesso riceverà durante il corso e il briefing sono inerenti i comportamenti corretti da tenere durante le immersioni in mare e per apprendere le nozioni necessarie a svolgere l’attività subacquea in modo da garantire la propria sicurezza; riguarderanno inoltre i segnali in immersione, la comunicazione obbligatoria all’istruttore del proprio consumo d’aria, il percorso da seguire, le regole necessarie per una risalita sicura.

Il BLUNAUTA D.C. fornisce ai partecipanti alla prima esperienza subacquea l’attrezzatura necessaria. Durante il briefing l’istruttore fornisce le informazioni necessarie a svolgere l’attività. Il partecipante alla prima esperienza è obbligato a rispettare le indicazioni ricevute dall’istruttore. La violazione del regolamento e delle indicazioni ricevute dall’istruttore o dallo Staff del BLUNAUTA D.C., comporta l’esclusione dalle attività. Le indicazioni fornite durante il briefing riguardanti luoghi da visitare, tempo e percorso d’immersione sono meramente indicative, possono subire variazioni in corso d’opera e sono stabilite o variate dall’istruttore con sua completa e insindacabile discrezione.

Obblighi di segnalazione

Tutti i subacquei, di qualunque livello, devono rispettare le norme sull’obbligo di segnalazione della loro presenza in acqua, previste dall’art. 91 del Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti del 29 luglio 2008, n. 146 (Regolamento di attuazione dell’articolo 65 del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, recante il codice della nautica da diporto) e dall’art. 130 del D.P.R. 2 ottobre 1968, n. 1639 (Regolamento per l’esecuzione della l. 14 luglio 1965, n. 963, concernente la disciplina della pesca marittima), oltre a quanto eventualmente stabilito dalle singole ordinanze delle Capitanerie di Porto.

In particolare l’art. 90 del Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti del 29 luglio 2008, n. 146, stabilisce che: «

1. Il subacqueo in immersione ha l’obbligo di segnalarsi con il galleggiante di cui all’articolo 130 del decreto del Presidente della Repubblica 2 ottobre 1968, n. 1639.

2. In caso di immersione notturna, il segnale di cui al comma 1 del presente articolo é costituito da una luce lampeggiante gialla visibile, a giro di orizzonte, ad una distanza non inferiore a trecento metri.

3. In caso di più subacquei in immersione, é sufficiente un solo segnale. Ogni subacqueo é dotato di un pedagno o pallone di superficie gonfiabile, di colore ben visibile e munito di sagola di almeno cinque metri, da utilizzare, prima di risalire in superficie, in caso di separazione dal gruppo.

4. Il subacqueo deve operare entro il raggio di cinquanta metri dalla verticale del segnale di cui ai commi 1 e 2 del presente articolo.

5. Le unità da diporto, da traffico o da pesca in transito devono mantenersi ad una distanza non inferiore ai cento metri dai segnali di posizionamento del subacqueo».

L’art. 130 del D.P.R. 2 ottobre 1968, n. 1639, prevede a sua volta che:

«Il subacqueo in immersione ha l’obbligo di segnalarsi con un galleggiante recante una bandiera rossa con striscia diagonale bianca, visibile ad una distanza non inferiore a 300 metri; se il subacqueo è accompagnato da mezzo nautico di appoggio, la bandiera deve essere issata sul mezzo nautico (ndr. LE IMBARCAZIONI BLUNAUTA D.C. SONO COSTANTEMENTE MUNITE DI TALE BANDIERA DI SEGNALAZIONE). Il subacqueo deve operare entro un raggio di 50 metri dalla verticale del mezzo nautico di appoggio o del galleggiante portante la bandiera di segnalazione».

Si segna inoltre che con il protocollo 82/033465 in data 26 maggio 2003, il Comando Generale Corpo delle Capitanerie di Porto, ha emanato a tutte le Capitanerie di Porto (loro sedi) una circolare che di fatto modifica la distanza alla quale devono transitare le imbarcazioni dal segnale esposto di subacqueo in immersione che può essere sia la lettera “A” delle bandiere che il caratteristico diagonale bianca in fondo rosso (normalmente vengono esposti tutti e due sulle imbarcazioni) portandola a 100 metri minimi, in luogo dei tradizionali50. Di notte deve essere esposta una luce lampeggiante gialla visibile a giro di orizzonte.

I subacquei devono muoversi nel raggio massimo di 50 metri dalla verticale del pallone ed è sufficiente un solo segnale sull’imbarcazione se tutti i subacquei in immersione si muovono nel raggio di 50 dalla stessa. I cento metri valgono sia per la classica boetta trainata che per le bandiere issate sulla barca appoggio.

Sulla barca appoggio deve sempre essere presente una persona in grado di intervenire se necessario. Un nuotatore che si trovi al di fuori delle acque riservate alla balneazione può esporre lo stesso segnale dei subacquei ma con una sagola mai più lunga di tre metri.

Pene per i trasgressori:

Codice della navigazione

Art. 1231 – Inosservanza di norme sulla sicurezza della navigazione
Chiunque non osserva una disposizione di legge o di regolamento ovvero un provvedimento legalmente dato dall’autorità competente in materia di sicurezza della navigazione è punito, se il fatto non costituisce un più grave reato,
con l’arresto fino a tre mesi ovvero con l’ammenda fino a euro 206,00.

Codice penale

Art. 650.- Inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.

Chiunque non osserva un provvedimento legalmente dato dall’autorità per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica o d’ordine pubblico o d’igiene, è punito, se il fatto non costituisce un più grave reato, con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a euro 206.

La direzione informa che tali norme, (come ha stabilito la Corte di Cassazione con sentenza 9 settembre 1997, n. 8780) sono applicabili sia alla pesca subacquea che alle immersioni con autorespiratore.

Oggetti personali

Tutti gli effetti personali e gli indumenti possono essere depositati negli appositi spazi indicati dal personale BLUNAUTA D.C..

Per la custodia di beni che abbiano un valore complessivo superiore ad € 100,00, l’utilizzatore dei servizi diving è obbligato a rivolgersi alla direzione, che provvederà a tenerli in custodia.

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

REGOLAMENTO (UE) n. 2016/679 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO DEL 27 APRILE 2016

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 13 e dell’articolo 14 del Regolamento (UE) n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati (Regolamento generale sulla protezione dei dati, di seguito, anche, “Regolamento” o “GDPR”) e che abroga la Direttiva 95/46/CE, La informiamo che i dati personali da Lei volontariamente messi a disposizione della BLUNAUTA D.C. di Mauro Alioto, saranno oggetto di trattamento nel rispetto della vigente normativa in materia di protezione dei dati personali e, comunque, dei principi di riservatezza cui è ispirata l’attività della Diving.

1. Dati personali e Categorie particolari di dati personali

Secondo il disposto dell’art.4 del Regolamento UE n. 2016/679 si definisce «dato personale»: qualsiasi informazione riguardante una persona fisica identificata o identificabile («interessato»); si considera identificabile la persona fisica che può essere identificata, direttamente o indirettamente, con particolare riferimento a un identificativo come il nome, un numero di identificazione, dati relativi all’ubicazione, un identificativo online o a uno o più elementi caratteristici della sua identità fisica, fisiologica, genetica, psichica, economica, culturale o sociale;

Al fine di consentirle la partecipazione alle attività sportive/ricreative potrebbe esserle richiesto di fornire alcuni dati di tipo medico o relativo a sue abitudini personali o stili di vita. A tal proposito la informiamo che ai sensi dell’articolo 9 del Regolamento UE n. 2016/679, Lei verrà richiesto di conferire a BLUNAUTA D.C. dati qualificabili come “categorie particolari di dati personali” e cioè quei dati che rivelano “l’origine razziale o etnica, le opinioni politiche, le convinzioni religiose o filosofiche, o l’appartenenza sindacale, nonché dati genetici, dati biometrici intesi a identificare in modo univoco una persona fisica, dati relativi alla salute o alla vita sessuale o all’orientamento sessuale della persona”. Tali categorie di dati potranno essere trattate solo previo Suo libero ed esplicito consenso, manifestato in forma scritta in calce alla presente informativa.

2. Finalità del trattamento.

I dati personali da Lei messi a disposizione di BLUNAUTA D.C. potranno essere utilizzati per le seguenti finalità:

a) consentire e gestire la Sua adesione/ iscrizione/prenotazione ai nostri servizi;

b) consentirle di usufruire dei prodotti e/o dei servizi, nonché dello svolgimento delle attività a Lei riservate in virtù dell’adesione alle offerte;

c) per finalità amministrativo contabili e per l’adempimento di obblighi previsti dalla normativa vigente;

d) in seguito ad un suo eventuale e specifico consenso, per l’invio di comunicazioni informative e commerciali, anche di natura promozionale, di materiale pubblicitario e/o di offerte di beni e di servizi, con qualsiasi mezzo, ivi compreso, a titolo esemplificativo e non esaustivo, posta, Internet, telefono, E-mail, MMS, SMS dall’Italia o dall’estero (anche da Paesi non appartenenti alla Comunità Europea) da parte di BLUNAUTA D.C., di società/aziende Partner di BLUNAUTA D.C., controllate e/o partecipate da essa, nonché da parte di entità fisiche o giuridiche legate contrattualmente a BLUNAUTA D.C.;

e) in seguito ad un suo eventuale e specifico consenso, per attività di profilazione, ovvero per consentire l’elaborazione ed il compimento di studi e ricerche statistiche e di mercato, nonché per l’analisi dei gusti, delle preferenze, delle abitudini, dei bisogni e delle scelte di consumo e per ricevere offerte personalizzate in base alle preferenze d’acquisto, da parte di BLUNAUTA D.C., di società controllanti, controllate e/o partecipate da essa, nonché, per nome e conto di BLUNAUTA D.C., da parte di entità fisiche o giuridiche legate contrattualmente a BLUNAUTA D.C.;

e/o che, comunque, collaborino in attività commerciali di BLUNAUTA D.C.;

f) in seguito ad un suo eventuale e specifico consenso, per il trasferimento dei dati a partner commerciali di BLUNAUTA D.C. ai fini della ricezione di loro comunicazioni.

Le ricordiamo che, con riferimento alle finalità evidenziate ai punti a), b) e c), il conferimento dei Suoi dati personali è obbligatorio. Un Suo eventuale rifiuto e/o il conferimento di informazioni inesatte e/o incomplete impedirebbe:

in riferimento alla finalità di cui al punto a): la Sua adesione/iscrizione/prenotazione ai nostri servizi;

in riferimento alla finalità di cui al punto b): di usufruire dei prodotti e/o dei servizi prenotati nonché dello svolgimento delle attività a Lei riservate in virtù dell’adesione alle offerte;

in riferimento alla finalità di cui al punto c): per BLUNAUTA D.C., l’esecuzione delle attività di natura amministrativo – contabile e il corretto adempimento di obblighi normativi.

Con riferimento alle ulteriori finalità evidenziate ai punti d), e) ed f) il conferimento dei Suoi dati personali, e il consenso al trattamento degli stessi per le suddette finalità, è facoltativo. Tuttavia, un Suo eventuale rifiuto a fornire i suoi dati e/o il consenso per i trattamenti relativi alle suddette finalità e/o il conferimento di informazioni inesatte e/o incomplete potrebbe impedire alla Società:

– in riferimento alla finalità di cui al punto d): l’invio di comunicazioni promozionali da parte di BLUNAUTA D.C.

– in riferimento alla finalità di cui al punto e): lo svolgimento di attività di profilazione e l’invio di offerte personalizzate in base alle Sue preferenze d’acquisto da parte di BLUNAUTA D.C.

– in riferimento alla finalità di cui al punto f): il trasferimento dei Suoi dati a partner commerciali di BLUNAUTA D.C. ai fini della ricezione di loro comunicazioni.

3. Modalità del trattamento

Il trattamento dei Suoi dati personali verrà effettuato mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, con logiche strettamente correlate alle finalità di cui sopra e, comunque, in modo tale da garantire la sicurezza e riservatezza dei dati stessi.

Nel caso in cui l’utente (i) esegua l’accesso o effettui la registrazione ai servizi BLUNAUTA D.C. mediante le credenziali di accesso di una rete sociale (ad esempio Facebook o Twitter di seguito “Social Network”) ovvero (ii) associ il proprio account ad un account dello stesso utente su un Social Network, BLUNAUTA D.C. può ricevere da tale Social Network dati relativi all’utente, in conformità alle condizioni di utilizzo ed a quanto previsto nella privacy policy del Social Network stesso. BLUNAUTA D.C. può aggiungere tali informazioni ai Dati dell’utente già raccolti tramite i propri servizi. Qualora l’utente opti per la condivisione delle informazioni con tali Social Network BLUNAUTA D.C. riceve i dati da questi ultimi in conformità alle opzioni di consenso fornite dall’utente. I Dati eventualmente comunicati al Social Network saranno soggetti ai termini e condizioni di utilizzo del Social Network.

4. Destinatari o Categorie di destinatari dei dati personali

Potranno venire a conoscenza dei Suoi dati personali i soci, il Responsabile per la protezione dei dati, i componenti dello staff che collaborano alle attività, che siano stati autorizzati e, comunque, i responsabili esterni designati da BLUNAUTA D.C. Gli incaricati del trattamento dei dati personali nominati dal Titolare nell’esercizio delle loro funzioni.

I Suoi dati personali potranno essere comunicati ad eventuali soggetti qualificati che forniscano a BLUNAUTA D.C. prestazioni o servizi strumentali alle finalità indicate nel precedente par. 1 quali, a mero titolo esemplificativo e non esaustivo, società controllanti, controllate, partecipate e/o collegate; fornitori, appaltatori, subappaltatori, istituti bancari e/o assicurativi ovvero altri soggetti e/o enti che provvedano (per conto di BLUNAUTA D.C.):

– alla gestione e/o alla manutenzione dei siti internet e degli strumenti elettronici e/o telematici utilizzati da BLUNAUTA D.C.;

– alla gestione dell’adesione/iscrizione/prenotazione dei servizi BLUNAUTA D.C.;

– all’invio di comunicazioni informative e promozionali, anche di natura commerciale, di materiale pubblicitario e/o di offerte di beni e servizi;

– allo svolgimento delle attività di profilazione, ivi compresa la rilevazione delle abitudini, dei gusti, delle preferenze e delle scelte di consumo, nonché all’elaborazione e al compimento di studi e ricerche di mercato.

I Suoi dati personali potranno essere eventualmente trasferiti all’estero, in conformità a quanto previsto dalla normativa vigente, anche in Paesi non appartenenti all’Unione Europea ove il Titolare persegua eventualmente i propri interessi.

Il trasferimento in Paesi Extra UE, oltre ai casi in cui questo è garantito da decisioni di adeguatezza della Commissione Europea, è effettuato in modo da fornire garanzie appropriate e opportune ai sensi degli artt. 46 o 47 o 49 del Regolamento.

5. Criteri utilizzati per la conservazione dei dati

I dati che La riguardano verranno conservati secondo i seguenti criteri:

– per un anno i dati raccolti per l’adesione/iscrizione/prenotazione (finalità “a)” – “b)”) ai servizi.

per dieci anni come imposto dalla normativa fiscale per i dati indicati nelle finalità di utilizzo alla lettera “c)”;

per un anno per tutte le altre finalità, con particolare riferimento ai dati rilevati per finalità di marketing e profilazione.

6. Diritti dell’interessato

La informiamo che in qualunque momento Relativamente ai Suoi dati, Lei potrà esercitare i diritti previsti nei limiti ed alle condizioni previste dagli articoli 7 e 15-22 del Regolamento.

Per l’esercizio di tali diritti, di seguito descritti, La preghiamo di contattare il Titolare del trattamento dei dati tramite la direzione all’indirizzo email: info@blunautadiving.it . ; a tale richiesta sarà fornito idoneo riscontro secondo le tempistiche previste dal GDPR.

Nel dettaglio l’interessato ha il diritto di:

a) chiedere la conferma dell’esistenza o meno di propri dati personali;

b) ottenere le indicazioni circa le finalità del trattamento, le categorie dei dati personali, i destinatari o le categorie di destinatari a cui i dati personali sono stati o saranno comunicati e, quando possibile, il periodo di conservazione;

c) ottenere la rettifica e la cancellazione dei dati;

d) ottenere la limitazione del trattamento;

e) ottenere la portabilità dei dati, ossia riceverli da un titolare del trattamento, in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico, e trasmetterli ad un altro titolare del trattamento senza impedimenti;

f) opporsi al trattamento in qualsiasi momento ed anche nel caso di trattamento per finalità di marketing diretto;

g) opporsi ad un processo decisionale automatizzato relativo alle persone fisiche, compresa la profilazione.

h) chiedere al titolare del trattamento l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati;

i) revocare il consenso in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca;

j) proporre reclamo a un’autorità di controllo.

Può esercitare i Suoi diritti con richiesta scritta inviata a info@blunautadiving.it oppure all’indirizzo postale della sede legale.

7. Titolare del trattamento e Responsabili al trattamento dei dati personali.

Il Titolare del trattamento dei Suoi dati è BLUNAUTA D.C. di MAURO ALIOTO – impresa individuale con sede operativa c/o Camping “Riva Smeralda”, Via Panoramica, Milazzo info@blunautadiving.it

Qualsiasi richiesta relativa ai dati personali trattati da BLUNAUTA D.C. potrà essere inviata presso la sede delle Società, oppure scrivendo al predetto indirizzo di posta elettronica.

L’elenco aggiornato dei Responsabili è disponibile presso la Società ed è conoscibile attraverso apposita richiesta formulata con le modalità sopra indicate.

La presente informativa sarà soggetta ad aggiornamenti. BLUNAUTA D.C. invita, pertanto, gli Utenti che intendano conoscere le modalità di trattamento dei dati personali raccolti da BLUNAUTA D.C. a visitare periodicamente la pagina web del Diving

Emergenze e sicurezza

In caso di incidente l’istruttore, la guida o il compagno d’immersione hanno l’obbligo di darne immediatamente comunicazione al Comandante oppure al personale di bordo di BLUNAUTA D.C., che fornirà il supporto logistico possibile e potrà attivare il proprio piano d’intervento.

In caso di incidente è necessario seguire le indicazioni del responsabile di terra.

Inadempimenti e sanzioni

Il mancato rispetto delle norme in tema di navigazione e attività subacquee, delle ordinanze della Capitaneria di Porto, delle norme previste nel presente regolamento e delle direttive ricevute dalla guida durante il briefing e in immersione, comporta la risoluzione del contratto stipulato con BLUNAUTA D.C. per usufruire dei servizi forniti dal Diving e/o per la partecipazione alle immersioni; può inoltre comportare, ad insindacabile giudizio della direzione, motivo di esclusione immediata da tutte le attività in corso di svolgimento e dalle attività future che BLUNAUTA D.C. porrà in essere.

AVVERTENZE

La direzione AVVERTE:

La Capitaneria di Porto ha competenza marittima nel tratto di mare in cui sono organizzate le immersioni. Le attività subacquee vanno quindi svolte nel pieno rispetto di tutte le norme in vigore emanate con ordinanza dal predetto ente.

Le attrezzature riposte nei locali del Diving o sull’imbarcazione e non affidate al personale di bordo si considerano incustodite.

Il tratto di mare oggetto di navigazione può essere interessato da correnti; possono altresì essere presenti reti, lenze e cime, sia per ancoraggi che per la delimitazione dei tratti di mare: si consiglia pertanto la massima attenzione.

L’attività di immersione con uso di bombole (sistemi ara/aro), se non svolta secondo gli standard delle agenzie didattiche e quelle della buona tecnica subacquea previsti dalle norme UNI, comporta rischi per la propria salute.

Ogni superamento di quota oltre i limiti consentiti dal proprio brevetto può comportare pericoli anche molto gravi alla propria salute, nonché esporre terzi al pericolo.

Controllare sempre, alla fine dell’immersione, il periodo di no-fly, nel caso dobbiate prendere l’aereo o andare in auto verso dei passi montani (superiori a metri 700 s.l.m.)

È severamente vietato nelle 12 ore precedenti le immersioni bere alcolici, fumare o assumere sostanze psicotrope.

È severamente vietato svolgere nella stessa sessione giornaliera attività di apnea e immersioni con bombole.

BLUNAUTA D.C. informa, inoltre, che per svolgere un’immersione è necessario essere in buono stato di salute. È altresì necessario essere in possesso di determinate condizioni psico-fisiche, di seguito indicate dalle lettere da “A” a “H”. La persona che abbia o sia affetto da infezioni, patologie, malattie, interventi, situazioni e/o stati descritti di seguito (e indicati dalle lettere da “A” a “H”) se svolgesse un’immersone metterebbe in pericolo la propria salute e, nelle ipotesi più gravi, vi potrebbero essere conseguenze letali. Nei predetti casi l’immersione è fortemente sconsigliata se non preceduta da specifico certificato medico.

L’immersione è quindi consentita esclusivamente al subacqueo che:

A. È in buone condizioni fisiche e mentali; sa nuotare autonomamente ed è a proprio agio in acqua profonda;

B. Non è in stato raffreddato, costipato o con infezioni alle orecchie e pertanto di essere in grado di svolgere senza impedimenti la manovra della compensazione.

C. Non ha avuto neanche in passato problemi di: asma, enfisema tubercolosi, di malattie respiratorie o qualsiasi altra forma di infezione e/o malattia polmonare o bronchiale; di malattie o interventi alle orecchie; infezioni o problemi di altro genere ai seni frontali. Cardiopolmonari, forame ovale pervio o altra malattia e/o patologia cardiaca.

D. Non ha ingerito prima dell’immersione alimenti che sconsiglino l’entrata in acqua e non ha assunto sostanze alcoliche o intossicanti, farmaceutiche o psicotrope o comunque medicinali.

E. Non ha subito interventi chirurgici al cuore, ai polmoni, alla schiena o alla colonna vertebrale o comunque nell’ultimo anno non ha subito alcun tipo di intervento chirurgico.

F. Non si trova in una delle seguenti condizioni e/o stati patologici: diabetico; in stato di gravidanza; assunzione regolare di medicinali; tabagismo; alto livello di colesterolo; malattie o dolori alla schiena o ernie.

G. Non ha una anamnesi familiare e personale che include attacchi di cuore o infarti o di malattie cardiache o ipertensione, emorragie o alterazione della coagulazione.

H. Non soffre di disturbi comportamentali, di claustrofobia, agorafobia, epilessia, ansia e attacchi di panico, perdita di sensi o svenimento, disturbi del sistema nervoso.

In caso contrario il subacqueo deve darne comunicazione a BLUNAUTA D.C.. La falsa informazione resa dal subacqueo, reticente o inesatta, nonché l’omissione delle informazioni richieste circa la propria anamnesi e il proprio stato psico-fisico potrebbe esporre a gravi rischi alla salute.

BLUNAUTA D.C. informa inoltre che durante l’immersione il subacqueo si espone a rischi legati alle variazioni della pressione, comunemente dette anche compressione e decompressione dell’organismo.

Con l’aumento o la diminuzione della pressione si possono verificare delle difficoltà a compensare. Possono essere interessati da tali variazioni di pressione: le orecchie, i seni paranasali, i denti, i polmoni. Questo può causare dolore, stravaso di fluidi in questi spazi, perdita d’udito e/o infiammazione auricolari o dei seni paranasali. Di solito questi problemi si risolvono in pochi giorni. Raramente si verificano problemi permanenti, come barotraumi dell’orecchio interno (vertigini e perdita di udito).

Il subacqueo deve riferire immediatamente qualsiasi disagio durante l’immersione al responsabile/supervisore dell’immersione. La compressione sarà interrotta fino a quando non avrà la possibilità di compensare e il personale medico sarà informato. Se questo accade in acqua, si consiglia di risalire e discutere se continuare con il responsabile/supervisore.

BLUNAUTA D.C. informa inoltre che durante l’immersione il subacqueo si espone a rischi legati alla diminuzione della pressione o decompressione.

Con la diminuzione della pressione, durante e dopo la decompressione o la risalita dal fondo, possono verificarsi sintomi come dolori articolari, debolezza muscolare, stordimento, paralisi, perdita di udito, alterazioni visive o problemi cerebrali.

Questi problemi fanno parte della cosiddetta Patologia Da Decompressione (PDD).

La PDD può causare danni cerebrali, al midollo spinale, all’orecchio interno, invalidità e morte. I primi sintomi della Patologia Da Decompressione possono essere dolori articolari, eruzioni cutanee o mal di testa.

La PDD è trattata con la ricompressione in camera iperbarica e l’ossigeno iperbarico. Se il trattamento viene eseguito al più presto dopo la comparsa dei sintomi, questi, di norma, si risolvono completamente. È tuttavia possibile che il recupero non sia completo e possano persistere dolore, debolezza o altri problemi neurologici, anche dopo un trattamento adeguato.

Se i sintomi si presentano durante o dopo l’immersione, deve essere immediatamente avvertito il Comandante o il personale di bordo di BLUNAUTA D.C. e la centrale del 112.

La decompressione può, inoltre, provocare lesioni polmonari (Barotrauma Polmonare, con possibile collasso del polmone e pneumotorace). Questo può richiedere un immediato intervento medico-chirurgico, e/o provocare il passaggio di bolle di gas nelle arterie che irrorano il cuore, cervello o altri organi. Si possono verificare quadri di attacco cardiaco o di ictus cerebrale (per Embolia Gassosa Arteriosa) con possibilità di seria invalidità. Questo è estremamente raro in subacquei che risalgono respirando correttamente dopo immersioni in acqua o compressioni in camera iperbarica.

Un ulteriore possibile danno a lungo termine è la necrosi ossea disbarica (necrosi asettica), simile all’artrite, a carico delle grandi articolazioni (spalle, anche, ginocchia).

Altri rischi associati all’esposizione in aumento della pressione atmosferica.

L’esposizione ad elevate pressioni parziali di azoto può causare una sensazione di vertigine o di ebbrezza, conosciuta come “narcosi da azoto”. Questa sensazione non è dolorosa e di solito si risolve immediatamente appena risaliti al di sopra dei 20 m. Esposizione a pressioni parziali di ossigeno più alte del normale possono causare convulsioni.

In caso di gravidanza la partecipazione all’immersione non sarà consentita.

Trattamenti iperbarici

La BLUNAUTA D.C. informa che le attività subacquee rientrano in quelle attività sportive che sono svolte a pressione ambiente diverse da quelle in superficie, eventuali patologie e/o traumi derivanti dall’esercizio delle predette attività potrebbero necessitare di trattamenti quali la somministrazione di ossigeno e camera iperbarica.

In caso di malessere la somministrazione dell’ossigeno è sempre consigliata. La sottoscrizione del modulo di consenso informato comporta l’autorizzazione al personale del Diving, in caso di necessità, di somministrare l’ossigeno al partecipante alle immersioni.

Follow by Email
Instagram